Tutti i Campi di Applicazione della Biorisonanza

Biorisonanza, strumento della Medicina Quantistica

 Con il termine Medicina Quantistica si indica quella branca della medicina che sfrutta i principi alla base della fisica quantistica, la quale indaga la realtà nel campo dell’infinitamente piccolo.

Questa disciplina innovativa comprende un insieme di pratiche che utilizza come strumento diagnostico e terapeutico le frequenze elettromagnetiche. L’essere umano è, infatti, costituito da materia ed energia e l’energia è, a sua volta, caratterizzata da vibrazioni (o frequenze); di conseguenza, le cellule e i tessuti del nostro corpo emettono particolari frequenze che possono indicare un loro sano funzionamento o evidenziare una patologia.

In quest’ottica sia la malattia fisica che il disagio psicologico, prima di manifestarsi con sintomi organici, possono essere letti come un disturbo delle oscillazioni frequenziali fisiologiche; infatti, anche la variazione dell’intensità di emozioni negative come rabbia, paura, tristezza provoca una modifica delle frequenze normalmente emesse dal corpo.

In questo modo si può concepire un intervento che utilizzi tali informazioni frequenziali per ripristinare le funzionalità dell’organismo e dei suoi sistemi di regolazione.

Cosa Fa la Biorisonanza

La Biorisonanza rappresenta un metodo terapeutico energetico appartenente alla medicina quantistica che rileva e memorizza i segnali elettromagnetici naturalmente emessi dall’organismo e, dopo averli amplificati, li utilizza per generare un trattamento che stimola i processi di autoregolazione e autoguarigione. Attraverso il trattamento, la persona ascolta le proprie frequenze elettromagnetiche, attiva una connessione profonda con il proprio sé e si predispone alla guarigione.

Biorisonanza, Stress e Psicosomatica

 

La metodica di Biorisonanza, grazie alla capacità di agire rapidamente sul Sistema Nervoso Autonomo SNA bilanciando la componente Simpatica (responsabile dello stato di allerta e agitazione dell’organismo) e quella Parasimpatica (che controlla le funzioni dell’organismo a riposo), risulta particolarmente utile nel supporto al trattamento di disturbi come:

  • Ansia, pensieri ossessivi, attacchi di panico
  • Insonnia e disturbi del sonno
  • Mal di testa cronici e cefalee
  • Depressione
  • Disturbi psicosomatici
  • Stanchezza cronica e affaticamento
  • Stress
  • Scompensi biochimici
  • Assenza di energia
  • Deficit energetici
  • Traumi e conflitti profondi
  • Blocchi emotivi
  • Scarsa autostima

Questo particolare strumento terapeutico permette non solo di lavorare sul sintomo, ma soprattutto sulle cause responsabili di squilibri e problematiche che difficilmente giungerebbero a soluzione con la sola cura farmacologica, ripristinando così il benessere psicofisico dell’organismo.

La Biorisonanza nello Sport

Un’intensa attività fisica protratta nel tempo comporta un consumo molto elevato di ossigeno e la conseguente formazione di radicali liberi (stato di acidosi) responsabili di un precoce invecchiamento cellulare e di malattie autoimmuni, degenerative e neoplastiche.

Lo stato di acidosi è molto dannoso e, in particolar modo negli sportivi, può comportare rischiose conseguenze:
le forze vengono meno e vi è un immediato ed inevitabile calo di rendimento,  la struttura muscolare e osteo – articolare si indebolisce aumentando il rischio di traumi; inoltre crampi muscolari, stiramenti, dolori acuti costituiscono un grave limite e costringono a ridurre notevolmente la quantità e la qualità  degli allenamenti.

Per contrastare l’acidosi indotta da intenso esercizio fisico, è necessario ripristinare l’equilibrio del PH acido/base che consentirebbe un rapido miglioramento delle prestazioni atletiche nonchè delle condizioni di benessere.

Nello SPORT un programma di trattamento con la Biorisonanza può far riscontrare innumerevoli benefici in:

  • Riequilibrio del PH alcalino
  • Accelerazione della rigenerazione e del recupero del tessuto e del tono muscolare dopo gli sforzi, con conseguente riduzione del dolore
  • Aumento della resistenza delle fibre muscolari, limitazione del rischio di lesioni e riequilibrio della funzionalità dei vari gruppi muscolari
  • Supporto alla detossificazione e allo scarico delle tossine
  • Preparazione del fisico alla stimolazione degli esercizi

Inoltre la Biorisonanza aiuta a sostenere non soltanto gli aspetti fisici ma anche quelli mentali legati ad attività fisicamente impegnative, favorendo l’ottimizzazione delle prestazioni e della concentrazione, il riequilibrio energetico, la gestione dello stress e il recupero delle condizioni psichiche prima e dopo una competizione.

La Biorisonanza nella Nutrizione

 La Biorisonanza in ambito nutrizionale è estremamente utile per:

  • Favorire un maggiore e migliore assorbimento dei nutrienti degli alimenti e degli integratori che vengono assunti
  • Migliorare la qualità dei tessuti, riequilibrando lo stato di idratazione e garantendo una maggiore ossigenazione con conseguente aumento del metabolismo cellulare ed eliminazione delle sostanze di scarto come tossine e metalli pesanti.
  • Incrementare il PH alcalino ed abbassare il livello di acidosi
  • Aumentare il metabolismo basale per bruciare più rapidamente i grassi
  • Favorire la rigenerazione cellulare dei tessuti lesionati in seguito a disturbi gastro -intestinali come: costipazione, stitichezza, colite, ulcera, etc.

In associazione ad un regime alimentare controllato, quindi, la terapia di Biorisonanza può contribuire in maniera significativa alla perdita del peso aumentando l’efficacia della dieta, grazie al potenziamento dei processi di detossificazione e depurazione del corpo, alla regolazione dei processi digestivi e all’aumento del metabolismo.

La Biorisonanza nell’Estetica

Anche nel mondo dell’estetica la tecnica della Biorisonanza ha riscosso successo, grazie agli evidenti risultati conseguenti ad un profondo riequilibrio e al ritrovamento del benessere psico-fisico di tutto l’organismo.

I benefici principali sono riscontrabili in:

  • Rilassamento delle tensioni muscolari
  • Detossificazione e drenaggio dei liquidi attraverso la stimolazione del sistema linfatico e delle molecole responsabili della ritenzione idrica, così da migliorare l’eliminazione dei liquidi ristagnati e gli inestetismi della cellulite
  • Riattivazione della microcircolazione e stimolazione alla produzione di collagene che permette alla pelle di riacquistare elasticità e tono e di ridurre notevolmente le rughe.
  • Riduzione, fin dal primo trattamento, degli inestetismi della cute legati a dermatiti croniche (come “dermatiti atopiche”), psoriasi, eczemi, acne.