TRAP (FLEBOTERAPIA RIGENERATIVA AMBULATORIALE TRIDIMENSIONALE)

 

La TRAP (Fleboterapia Rigenerativa Ambulatoriale Tridimensionale) è una metodica risolutiva e permanente per trattare le ectasie (dilatazioni) dei vasi venosi degli arti inferiori. A differenza della tradizionale scleroterapia, è una “cura” della malattia varicosa, che rinforza la parete delle vene, restringe il lume, ripristina la funzione valvolare  migliorando, in taluni casi fino alla scomparsa, tutti i vasi visibili: vene varicose, venule e teleangectasie capillari (senza chirurgia e/o scleroterapia). Con la TRAP anziché asportare chirurgicamente le vene od obliterarle con la scleroterapia, viene curata la parete venosa, stringendo il lume delle vene e rinforzando l’elasticità del vaso, in grado quindi di rigenerare le vene superficiali e perforanti. Il medico specialista nella metodica, inietta una soluzione, ben tollerata, in tutti i vasi visibili e non, patologici e non, in quantità sufficiente ad entrare in contatto con le vene perforanti. Il trattamento viene effettuato con il supporto di un piccolo strumento luminoso (transilluminazione) attraverso il quale è possibile individuare vene normalmente invisibili ad occhio nudo con l’illuminazione tradizionale. Possono sottoporsi a questo trattamento anche pazienti già precedentemente sottoposti senza successo ad altre terapie.

La TRAP al contrario di quanto avviene con la scleroterapia, conserva gli apparati valvolari (parte più resistente della vena), promuove una ordinata “rigenerazione” di tutti i vasi ( il termine “rigenerazione” viene usato come  ripristino della struttura vascolare alterata e della funzione) con riduzione della capacitanza del circolo, garantendo un evidente miglioramento della sintomatologia del paziente, ripristinando anche l’estetica degli arti e impedendo l’evoluzione della malattia varicosa. A differenza delle classiche scleroterapie quindi, con la T.R.A.P. i vasi non si chiudono, ma si riduce il loro calibro, rendendoli più forti e funzionali.